Vigna

Attualmente sono 22 gli ettari di vigneti di proprietà in produzione, piantati a Corvina gentile, Corvinone, Rondinella e pochi altri vitigni tipici della Valpolicella; a questi si aggiungono circa 7000 mq di oliveto in località Valle alta di Fumane, dai cui olivi di varietà locali nasce l’olio extra vergine di oliva. Il sistema di allevamento è la mezza pergola veronese nei terreni di pedecollina in cui si trovano le vigne più vecchie, e la spalliera per quelli in alta collina che ospitano vigne di dieci anni e oltre. Ogni vino per noi è importante, per questo dedichiamo a ciascuno le stesse cure e la stessa attenzione, si tratti del familiare Valpolicella Classico o dell’importante Amarone: inoltre, ognuno nasce da un cru preciso, e da vigne dedicate solo alla sua produzione. Così al Valpolicella Classico d’annata sono destinate le uve del cru Il Pozzetto (Fumane), al Valpolicella Classico Superiore quelle del cru Colle San Michele (Bure alto), al Valpolicella Ripasso vanno le uve del cru Monte Solane (S.Giorgio di Valpolicella), all’Amarone Classico della Valpolicella quelle del cru Valle alta (Fumane) e al Recioto della Valpolicella cru Valle Lena. Nella loro gestione ci avvaliamo anche della consulenza dei noti "preparatori d'uva" Marco Simonith e Pierpaolo Sirch.

Vini Unici da Vigne Uniche

Tra tutte le attività agricole, la viticoltura è forse quella che maggiormente esprime un legame forte col territorio di origine. Un'enologia non invasiva e rispettosa della materia prima porta a vini che, di anno in anno, sono il risultato dell'interazione tra i tratti genetici propri del vitigno e l'ambiente pedoclimatico. Convinta sostenitrice della necessità di difendere questo valore, la famiglia Ugolini ha deciso di riservare a ogni tipologia enologica prodotta nelle sue tenute le uve che maturano in singole vigne, affinché ogni vino, al di là della naturale variabilità legata all'annata, rfletta ed esprima uno specifico cru.

Persone

Paolo

Pedro

Roberto

Rosanna

Samuele

Tommaso

Cantina

Questo stesso approccio minimalista e rispettoso della materia prima si ritrova anche in cantina: in fase di fermentazione l’intervento meccanico è ridotto al minimo. L’operazione di pigia-diraspatura delle uve avviene nel modo più soffice possibile, le fermentazioni si tengono in semplici serbatoi d’acciaio senza particolari accorgimenti tecnologici; perfino le follature sono eseguite manualmente. Nella bottaia ho posto invece una particolare attenzione ai legni delle botti di misure diverse: non solo sono rovere francese di varia provenienza - Allier, foresta dei Vosges e massiccio Centrale -, ma si presentano anche con diversi gradi di tostatura e con all’esterno un sottile strato di vaselina naturale. Un’accortezza in più per assicurare che lo scambio tra l’ossigeno esterno e il vino contenuto nelle botticelle avvenga molto lentamente e nel modo più controllato possibile, così da garantire lunghi, pazienti affinamenti.

Il Pozzetto

Valpolicella Classico

Video Gallery

 San Michele

Valpolicella Superiore

Video Gallery

Monte Solane

Valpolicella Ripasso

Video Gallery

Valle Alta

Amarone della Valpolicella

Olio Extra Vergine di Oliva 

Video Gallery

Valle Lena

Recioto della Valpolicella

Gallery